Volume "Fardelli d'Italia" di Roberto Napoletano

Dichiarazioni ascritte al dott. Cesare Geronzi

L’autore fornisce la visione di un Paese dove in molti sono ancora convinti che i problemi si risolvano senza parlarne e senza conflitti: “è arrivato il momento di aprire gli occhi, guardare in faccia la realtà: le colpe del presente, i peccati mortali del passato”. L'autore lo fa con le rivelazioni dei protagonisti della politica, dell'industria, del credito. Così, in una breve intervista al dott. Cesare Geronzi, l’autore, ne riporta il pensiero in relazione a fatti relativi alla questione bancaria di ieri e di oggi. L’addio alla Comit e i segreti di Mediobanca... “…Geronzi è il banchiere di Roma, conosce come pochi uomini e fatti della politica e dell’economia, legami e intrecci che sfuggono a molti. Ha visto alzarsi il maremoto giudiziario del risparmio tradito, ne ha conosciuto in prima persona la durezza. Non ne è ancora fuori del tutto, ma non si è scomposto…la sua corazza ha subìto più di una incrinatura, ma non si è rotta”…

Visualizza il testo integrale dell’intervista